Riflessione sulla vita consacrata

Westmount – Villa Sainte-Marcelline, 5-6 gennaio 2012

Qualche notizia sul nostro «tentativo» di formazione permanente.

Ogni anno la tradizione vuole che, per l’Epifania, le Marcelline del Canada si incontrino alla Villa (Westmount) per un pranzo di festa. Se la neve lo permette, si fa una breve passeggiata e si va al vicino “Oratoire Saint-Joseph” a pregare i nostri cari santi protettori: S. Giuseppe e il santo Frère André.

Quest’anno il Consiglio Regionale ci ha proposto di unire l’utile al dilettevole, invitandoci a due giornate di riflessione sulla nostra vita consacrata.

Per la riflessione ci siamo ispirate al questionario che ci è giunto dall’Italia.

Occorreva, naturalmente, adattare il questionario alla nostra realtà locale; così abbiamo pensato bene di inserire dei tempi di preghiera e di meditazione della Parola. Siamo partite, dunque, dal Vangelo. Nei gruppi, più che la discussione intellettuale, si è privilegiato l’ascolto rispettoso et attento di ciascuna.

Un mimo della parabola del granello di senape e del lievito nella pasta ci ha fatto iniziare la giornata con il buon umore e ci ha orientate verso il Regno dei Cieli. Dalla rilettura dei nostri appunti riceveremo stimolo, slancio ed incoraggiamento.

Da sottolineare soprattutto la gioia delle suore per aver vissuto insieme momenti di intensa e fraternità.

Riflessioni sulla vita consacrata

Questionario pervenutoci dall’Italia

Il nostro questionario

1. Come si presenta al mondo la vita consacrata?
I nostri voti sono profezia, fanno percepire il loro valore antropologico?

1. Di quali persone ti fai prossimo come religiosa?

Nomina degli individui o dei gruppi che tu incontri regolarmente.

  • Senti da parte loro delle domande o dei commenti sulla tua vita religiosa? Sul senso dei tuoi voti religiosi ? Sulla tua vita in comunità?
  • Come accogli questi commenti? Come tutto questo incide sulla tua vita? Annotalo.

2. Come si mostra attenta alla realtà del suo tempo? Come cerca di dare risposte alle esigenze dei contemporanei?

 

2. Ti soffermi per prendere coscienza dei bisogni di queste persone?

  • Come cerchi di rispondere a queste loro necessità?

3. Quanto sa essere nel mondo senza esser del mondo?

  • Quale testimonianza dà la vita comunitaria che contraddistingue la nostra vita apostolica?

3. Ti senti veramente religiosa, nel cuore del mondo?

  • Che cosa ti piacerebbe cambiare per esserlo di più?
  • La nostra vita comunitaria aiuta la nostra vita apostolica? Come?
  • La nostra vita apostolica nutre la nostra vita comunitaria? Come?

 

Per le più curiose, ecco il questionario canadese e la foto di gruppo. Questa volta eravamo proprio tutte presenti.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.