Messa di 50° delle Marcellines in Canada

Montréal – Oratoire Saint-Joseph, 2 ottobre 2009

Dal fondo appare Karel, figura simbolica dell’accoglienza. La sua danza si svolge attorno all’altare, centro della nostra attenzione.

Karel si dirige verso la navata centrale in direzione della processione d’entrata delle Suore e dei ministranti.

 

La processione d'entrata delle Suore

La processione d'entrata dei concelebranti: circa una ventina di sacerdoti

Luglio 1959: dopo un lungo e faticoso viaggio le suore Marcelline giungono a Montréal; hanno lasciato tutto: patria, famiglia e amici Gli infiniti orizzonti del Canada si aprono al loro sguardo. Le attende il Québec, la grande famiglia della loro missione educativa. Sono ormai passati 50 anni durante i quali alcune vele di questa nave sono andate a Dio. Le ricordiamo con emozione: suor Elena, Suor Margherita, Suor Angelica, Suor Lourdina, Suor Teresina, Suor Dina. Esse sono partite verso la patria celeste, ma questa sera sono presenti in spirito e si dirigono con noi, in processione, verso l’altare del sacrificio e del rendimento di grazie; con noi condividono la gioia profonda di questo anniversario.

Suor M. Luisa, Suor Bernadetta e suor Regina, che cinquant'anni fa arrivarono con la nave a Montréal, aprono la celebrazione portando simbolicamente all’altare la nave che le ha condotte a Westmount.

"En ce pays
Qui est le mien
Je voudrais tant porter ton Nom!"

Omelia del cardinal Turcotte

“Vivere in mezzo ai giovani e agli anziani, che rappresentano i due estremi della vita umana, aiuta indubbiamente le Marcelline a ricevere con riconoscenza i doni di Dio e ad accogliere Gesù che si identifica nei piccoli. La spiritualità del beato Biraghi è assai ricca, a tal proposito. Egli affida alle sue Marcelline il dovere di continuare, nella storia, la carità di Cristo, così da rendere presente l’amore del Padre per tutti gli uomini. Questa incarnazione dell’amore di Cristo si manifesta nella presenza generosa delle Marcelline fra i giovani ed i meno giovani, nello spirito di famiglia che anima le loro case. Preghiamo il Signore perché benedica l’opera delle Marcelline nella società civile e nella Chiesa che è a Montréal.”

Clicca qui per leggere l'omelia del cardinale

Preghiera di Intercessione

Per il nostro arcivescovo il Card. Turcotte e per la Chiesa che è a Montréal

Possano perpetuare e trasmettere i valori della fede e della tradizione cristiana dei primi missionari in questa terra. Signore, ti preghiamo.

Per i nostri alunni

Perché i valori trasmessi a ciascuno dei nostri alunni, mediante una materna relazione educativa possano svilupparsi così da trasformare la società e renderla migliore. Signore, ti preghiamo

Per le Suore Marcelline

Perché fedeli all’eredità di fede ricevuta dal loro Fondatore e dalle prime marcelline possano sempre insegnare “ Gesù” con la loro vita di preghiera e di apostolato in mezzo ai giovani. Signore, ti preghiamo

Per la Villa Sainte-Marcelline che festeggia i 50 anni di fondazione

50 anni di vita per una scuola: migliaia di bambini vi sono cresciuti, centinaia di educatori, suore e laici sono stati chiamati a darle una anima , migliaia di genitori qui hanno collaborato all’opera di formazione dei loro figli.

Signore Gesù, Santa Vergine Maria e voi Angeli Custodi, vegliate ancora e sempre su questa scuola. Noi vi preghiamo

Per le persone anziane che ci sono affidate

Perché la loro testimonianza di fedeltà e di vita tutta donata agli altri portino frutto, così da stimolare i giovani a seguire il loro esempio. Signore ti preghiamo

OFFERTORIO

Signore ti presentiamo una grossa radice, simbolo del nostro essere radicate nella terra che tu ci hai indicato come patria. Questa terra noi l’abbiamo profondamente amata e vi abbiamo messo radici. Signore fa’ che l’albero delle nostre opere porti i frutti del tuo amore

Ecco, Signore, il luogo del nostro primo tabernacolo: la Villa, casa che Madre Maria Elisa Zanchi scelse per le sue Marcelline. La Superiora Elena Ortalli vi accolse le prime allieve nel settembre 1959. Che la tua benedizione resti sempre sulla Villa come segno luminoso orienti, ogni giorno, verso di te la nostra missione educativa.

Ecco Signore la casa di Granby dove tu ci hai chiamate nel 1961. La scuola parrocchiale di S. Marco, diretta dalla superiora Marguerite Crignon è fiorita e si è sviluppata durante i dodici anni della nostra missione. Là sono spuntati i fiori delle prime vocazioni marcelline in terra canadese: Sr. Marthe, Sr. Odile, Sr. Marielle.

Ecco Signore il Collège Sainte-Marcelline. Nel 1961, sul boulevard Gouin, sulle rive della Rivière des Prairies, una piccola casa accoglieva i bambini del vicinato. Era l’inizio del grande Collège Sainte-Marcelline di cui Sr. Orietta Roda, fu la prima superiora. Con la sua laboriosità, ella portò a compimento quest’opera, accogliendo migliaia di allievi e animando per quarant’anni con tenerezza, la comunità. Anche lì, fra le alunne, sono fiorite delle vocazioni marcelline: Sr. Mylène, Sr. Christiane, Sr. Monique, Sr. Martine. Grazie, Signore, per quest’opera che continua a fiorire al sole della tua grazia.

Ed ora ecco Signora la casa de l’Amitié, moderna e bella residenza per le persone della Terza Età. Nel settembre 1973. Sr Marguerite Crignon ne fu la prima superiora ed animatrice. Benedici, Signore i residenti di questa casa, le suore e il personale laico!

I fiori sono il simbolo della nostra missione educativa nel mondo. Sono anche il simbolo della nostra fiducia nella tua provvidenza, simbolo della vita di ciascuna di noi che fiorisce al sole del tuo amore infinito.

Ti offriamo, Signore, questo pane che diverrà il sacramento della tua presenza. E’ la tua risposta al nostro desiderio di comunione con te. Ti offriamo questo pane del sacrificio del Figlio tuo; te lo offriamo per mezzo di Maria, tua e nostra madre.

Ecco il vino con cui, nel tuo sangue versato sulla croce per la salvezza del mondo, si compie il sacramento eucaristico. Ricevilo dalle nostre mani, mentre ti supplichiamo di aiutarci ogni giorno, nonostante le nostre debolezze, a vivere il carisma dell’educazione salvifica che ci impegna nella tua Chiesa. Così hanno voluto i nostri fondatori Mons. Luigi Biraghi e Madre Marina Videmari.

Accogli con bontà, Signore, l’offerta che ti presentiamo, oggi, in rendimento di grazie per i 50 anni della missione delle Marcelline à Montréal. Dona a tutti quelli che sono impegnati nelle loro opere di essere fedeli al tuo amore, al servizio dell’educazione e della trasmissione della fede.

Al Sanctus una nuvola di angeli invade l’altare. Tutti inneggiano alla gloria del Signore. Ci uniamo al loro coro festante

Di nuovo gli angeli compaiono per pregare insieme con noi il "Padre nostro"

Suor Matilde, delegata regionale delle Suore Marcelline per il Canada rivolge una parola di ringraziamento alle autorità presenti e a tutta l’assemblea.

Clicca qui per leggere il testo - Cliquez ici pour lire le texte

La Signora Josée Berardelli, mamma e insegnante della Villa, rivolge la sua parola di ringraziamento e di incoraggiamento alle Suore Marcelline.

Clicca qui per leggere il testo - Cliquez ici pour lire le texte

Processione al termine della celebrazione eucaristica fra gli applausi dei partecipanti

Il saluto del Cardinal Turcotte dopo la celebrazione eucaristica.

Le foto ricordo Sua Eccelenza il Luogotenente Governatore del Québec, M. Pierre Duchesne con la moglie, Signora Ginette Lamoureux, la Professoressa, Signora Ninon Saint-Pierre, preside del CEGEP della Villa Sainte-Marcelline e suo marito.

Con Sua Eminenza il Cardinal Turcotte: Suor Marielle Dio, Suor Matilde Fantone, Suor Teresa Belgiojoso.

Con Sua Eminenza il Cardinal Turcotte: Suor Teresa Belgiojoso, Suor Matilde Fantone , Suor Marielle Dion, Madame Ginette Lamoureux e Sua Eccellenza il Luogotenente Governatore, M. Pierre Duchesne

Clicca qui per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.