Professione religiosa dei voti perpetui di Suor Moira Stradiotti

Taurisano (LE), Parrocchia di Maria SS. Ausiliatrice - 28 agosto 2015

Clicca qui per la fotocronaca

“Avvenga per me secondo la tua parola” (Luca 1, 38)

 

La solenne Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da Sua Eccellenza Mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca

e concelebrata da parecchi sacerdoti, che insieme alle consorelle, ai parenti e a tutto il Popolo di Dio, ha reso grazie a Dio per il dono di questa sorella, chiamata a servire il Signore nella pastorale e nell’assistenza ai malati.

Dalla seconda lettura:

“Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, ad offrire i vostri corpi come sacrifi-ciovivente, santo e gradito a Dio; è questo il vostro culto spirituale. Non conformatevi alla men-talità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio, ció che è buono, a lui gradito e perfetto.” (Romani 12,1-2)

Figlia carissima che cosa chiedi a Dio e alla sua santa Chiesa?

Chiedo di seguire Cristo come Maestro e Sposo nella mia famiglia religiosa e di perseverare nel mio proposito fino alla morte.

Questa sera, cara suor. Moira – ha detto il Vescovo - il dono continuamente rinnovato in questi anni, diventa impegno definitivo. Ciò che è dato in questo momento, è donato per sempre. (clicca qui per il testo dell’omelia)

Nella liturgia eucaristica, tutta la Chiesa è presente, quella ancora in cammino verso la pa-tria celeste e quella già entrata nella Gerusalemme celeste.

Tutti invocano per Suor Moira la benedizione del Signore perché con fedeltà assidua e vigi-lante porti a compimento l’opera di salvezza a cui Egli l’ha chiamata.

A gloria di Dio e davanti alla Chiesa, io suor Moira Stradiotti prometto e faccio voto a Dio di osservare la povertà, la castità e l’obbedienza per tutta la vita, secondo le costituzioni delle Suore di Santa Marcellina …

Sull’altare, simbolo di Cristo, firma il documento dell’avvenuta professione.

Il Vescovo invoca su di lei il dono dello Spirito perché “sia prudente nella modestia, saggia nella bontà, austera nella dolcezza, casta nella libertà. Fervente nella carità, nulla anteponga al tuo amore; viva con lode senza ambire la lode”; a Dio solo dia gloria.

Il vescovo scambia con suor Moira l’abbraccio di pace e questa lo dona alla madre Generale e alle sorelle testimoni

Tutte le promesse di Dio sono divenute sì in Gesù Cristo in Lui ora e per sempre sale a Dio il nostro Amen.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.