Incontro Famiglie –Laici Marcellini

Rio de Janeiro, 20 giugno 2015

 

Da un messaggio del Signor Joao Carlos Rodrigues, laico Marcellino

Ieri, a Rio de Janeiro, si è tenuta per iniziativa dei Laici Marcellini una catechesi sulla famiglia, guidata da suor Tecla Miozzo e da Padre Leandro Lenin - Rettore e educatore del Seminario Propedeutico S. Giuseppe.

 

 

Per noi tutti è stata una splendida occasione di rendimento di grazie a Dio e, poi, anche di viva gratitudine per la cordiale e generosa accoglienza della famiglia di Marcio e Juliana laici Marcellini.

La presenza e la testimonianza di queste famiglie ci hanno veramente edificato. Come ha rilevato suor Tecla, nella sua introduzione: “Se Madre Maria Angela fosse qui, certamente sarebbe molto contenta della testimonianza di queste famiglie; la nostra Congregazione, infatti, è nata in una casa di famiglia e fu concepita da Mons. Biraghi perché vivesse questo spirito di famiglia ... e in un clima di famiglia.

 

 

D. Roberto che sempre ci accompagna, anche quando è lontano, vedendo le foto, ci ha inviato il seguente messaggio... "un bel gruppo che cammina con la Chiesa ed è al servizio della Chiesa. Dio vi benedica perché possiate continuare e perseverare in questo servizio” Ogni giorno che passa il Signore ci rafforza, ci incoraggia e ci dimostra che siamo sulla strada giusta e, come ha detto Marcelo, il marito della nostra coordinatrice Clamar Beth, questo nostro gruppo ci aiuta a rafforzare la fede; siamo convinti che senza una vita cristiana centrata in Dio, il nostro cammino sarebbe molto difficile. Dobbiamo avere Dio come centro della nostra vita e del nostro cammino, sempre.

 

 

Non dobbiamo mai vacillare nel nostro cammino di fede! Dobbiamo abbracciare la fede con totale impegno e generosa dedizione!

Ecco una bella frase di sintesi della nostra catechesi: VIVERE LA VITA SACRAMENTALE significa abbracciarla e celebrarla con amore, vivendo ogni gesto, ogni simbolo e ogni momento nel mistero di CRISTO!

 

 

Dio benedica e rafforzi la missione delle nostre famiglie, perché Gesù possa essere meglio conosciuto, più amato e desiderato dall'umanità.

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.