Convegno di formazione

Campora (BO) - Casa di preghiera Santa Marcellina - 23, 24 novembre 2014

Siamo donne consacrate e siamo nate per una speciale attenzione all’educazione della donna, tema tutt’ora di grande attualità, anche dopo quasi 200 anni dalla fondazione dell’Istituto.

Riprendendo la tradizione dei convegni dell’Oasi di Cernusco e delle giornate formazione che ci vedevano riunite in Casa Madre per gli aggiornamenti su tematiche di urgenza apostolica o religiosa, l’équipe di formazione, sollecitata dalla consapevolezza che tante sono ancora le problematiche da approfondire per vivere con maggior consapevolezza la nostra consacrazione e il nostro servizio educativo, ha organizzato questo primo convegno nella Casa di preghiera S. Marcellina di Campora.

Qui abbiamo vissuto due giornate “in famiglia” ed ascoltato alcune esperte conoscitrici della “donna”: la Dott.ssa Anna Parravicini, psicologa, la biblista Marinella Perroni, la scrittrice Alessandra Deoriti e Suor Elsa Antoniazzi.

Ha avviato i lavori la psicologa Anna Parravicini, che, fin dagli anni Novanta, ha messo la sua competenza a supporto di docenti, genitori e studenti dei corsi superiori dell’Istituto Marcelline di piazza Tommaseo, a Milano.

Nella sua relazione ci ha presentato la dimensione psicologica della femminilità, mettendola a confronto con quella maschile. Partendo dalla differenza di funzionamento del cervello e della conseguente diversa conoscenza della realtà, ci ha illustrato i differenti sistemi motivazionali cui facciamo riferimento nel nostro inconscio e nel nostro modo di agire. La sua esposizione ci ha così offerto elementi utili ad una riflessione su noi stesse e ci ha guidato, nella nostra emotività femminile, a scelte responsabili.

La Bibbia: racconti di donne, ritratti di donne, letti e visti da donne.

La professoressa Marinella Perroni, docente di esegesi del Nuovo Testamento presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo nel pomeriggio ci ha disvelato la ricchezza che la lettura della Bibbia, analizzata dalle donne, offre alla comprensione del testo sacro.

L’esemplificazione su due testi a confronto -di Marco e di Luca- sulla resurrezione ha evidenziato il prezioso ruolo delle donne nella Chiesa delle origini, così come voluto da Gesù -in forte controtendenza rispetto alla mentalità dei suoi contemporanei- e che si è progressivamente indebolito.

La scrittrice Alessandra Deoriti, coordinatrice presso l’Istituto di Scienze Religiose e l'Università di Bologna, di seminari dedicati al rapporto donne/Chiesa e sul femminismo cristiano, ci ha presentato il film documentario di Alisa Marazzi "Vogliamo anche le rose". Si tratta di una esplorazione del femminismo in Italia attraverso sequenze forti, quanto gli eventi stessi, che ci ha dato la consapevolezza della drammaticità della conquista di una posizione di pari dignità della donna nella società italiana ed europea.

Sr Elsa Antoniazzi quindi ha trattato il tema della donna di valore, modello per le consacrate e obiettivo educativo.

Ci ha condotto nell’ambito a noi più noto e familiare della prima regola, commentandoci l’icona biblica della donna di valore (Capo VI, p.53), che chiude il libro dei Proverbi.

Il tempo del dibattito è stato troppo breve rispetto all’abbondanza delle conoscenze acquisite in questi due giorni così intensi. Un incoraggiamento all'equipe di formazione e un invito per tutte noi a proseguire l'impegno di formazione culturale, necessaria a noi suore Marcelline che operiamo nel mondo della cultura.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.