Onorificenza Civica “Il Gelso d’Oro – Premio Città di Cernusco sul Naviglio” a Suor Maria Celeste Franco

Cernusco sul Naviglio (Mi) - 19 marzo 2015

Auditorium gremito quello alla Casa delle Arti, giovedì sera, con tanti cernuschesi, tra cui il sindaco Eugenio Comincini, gli assessori Rita Zecchini, Ermanno Zacchetti e Silvia Ghezzi, don David Maria Riboldi: tutti presenti per sostenere i premiati.

Suor Maria Celeste Franco, detta suor Celestina, da an¬ni impegnata nel mondo oratoriale cemuschese, è stata la seconda ad essere premiata e, probabilmente, la più applaudita della serata. I suoi ragazzi le hanno dedicato uno striscione

Ma chi è Suor Celestina?

Suor Celestina sono io, una persona di Dio, che ama stare con i bambini e che ha passato tutta la vita con e per loro. Sono nata a San Marco Brianza in provincia di Foggia in una famiglia molto numerosa: avevo ben sette fratelli. A causa della guerra è caduto il convento di Foggia ed io, con alcune della mie sorelle, mi sono trasferita a Milano e mi sono innamorata di questo posto.

Da quanto tempo è in oratorio suor Celestina?

Tra asilo ed oratorio da ben 52 anni.

Quali ruoli ha esercitato suor Celestina?

In oratorio ho svolto svariati ruoli, in primo luogo ho fatto la catechista e ultimamente mi sono dedicata... all'apertura e chiusura del cancello. Per quanto riguarda l'asilo delle Marcelline, ero maestra e mi dedicavo all'organizzazione delle recite dei bambini.

Cosa significa per lei questa onorificenza?

Ho già ricevuto molti premi, ad esempio una medaglia d'oro quando ho lasciato l'asilo. Questo non vale più di un altro, per me l'importante è stare con i bambini ed i ragazzi in oratorio, ad esempio in estate andavo a messa la sera per passare tutta la giornata in oratorio.

Vuole lasciare un messaggio per i ragazzi e bambini dell'oratorio?

Io vi ringrazio, vi voglio bene e sarete sempre nelle mie preghiere. Fate i bravi bambini, ragazzi e giovani, perché il Signore vuole l'allegria e così vi voglio. Per me siete tutti importanti, i sacerdoti in primo luogo, guai a chi me li tocca! (A cura di: Victor, Pietro, Michela, Erika, Giulia) (Per saperne di più clicca qui).

Suor Celestina si è mostrata molto emozionata, ma anche scherzato con il pubblico durante la premiazione. Mi hanno chiesto se conoscevo il sindaco: Ho risposto di no; chi è il sindaco? Mai visto! Anzi forse l’ho visto solo all’asilo, in parrocchia e all’oratorio da quando è piccolo. Il sindaco è una brava persona, è sempre stato in oratorio!

Suor Celestina si è poi detta molto felice del premio e del suo significato. “Dobbiamo tutti essere generosi e vivere in comunità, non essere chiusi ed egoisti.”

Il suo augurio: “La cosa più importante è amarsi gli uni gli altri, come ci ha insegnato Gesù. Sono qui perché amo e voglio bene ai miei ragazzi. Oramai a Cernusco mi sento adottata: E’ la mia città.”

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.