Cerimonia di inaugurazione della strada dedicata a Suor Laura Motta

Cambuquira - 12 febbraio 2015

 

 

Nel primo anniversario della morte di Suor Laura Motta, la città di Cambuquira ha reso ufficialmente omaggio alla nostra consorella con l’inaugurazione di una strada a lei dedicata nel quartiere Fonte do Marimbeiro.

I festeggiamenti sono iniziati il 12 febbraio con una celebrazione presieduta dalla ministra dell’Eucarestia Neusa Bardela.

 

La comunità di Cambuquira ha partecipato numerosa al rito di inaugurazione della strada dedicata a suor Laura Motta

Il rito è stato presieduto dal Dr. Walter Silva.

Dr Walter Silva

Alle celebrazione erano presenti Suor Teresinha de Almeida e suor Ursula Munaro.

suor Ursula Munaro e Suor Teresinha de Almeida insieme al Dr Walter Silva

Dr Walter Silva si congratula con suor Teresinha de Almeida

*******

Una santa Messa è stata celebrata il 13 febbraio nella chiesa di Cambuquira da sua Ecc. Dom Diamantino Prata de Carvalho, vescovo di Campanha (MG).

Nella omelia il vescovo ha evocato la grande testimonianza di fede di suor Laura, una fede che la fece uscire da se stessa per andare incontro ai più poveri e più bisognosi, donando sempre loro pace, serenità e amore. Per sapere di più della sua vita clicca qui.

*******

Dopo un anno della sua morte, molte grazie sono già attribuite all’intercessione di Suor Laura Motta che ha speso la sua vita soprattutto a curare gli alcolizzati di Cambuquira, come ricorda il Signor Agenor Ribeiro da Silva intervistato dalla televisione locale.

"Ero semplicemente il padre che mio figlio non voleva, ed il marito che mia moglie non ha più voluto". Per lui è stato possibile superare la dipendenza dall’alcol solo con l'aiuto di un ente fondato da suor Laura (Alcolizzati Anonimi) Video

Da quando è morta, nel febbraio del 2014, la gente chiama la “santa degli alcolizzati”.

Anche il Signor Macedo ha fatto parte del gruppo degli Alcolizzati Anonimi (AA), fondata dalla suora in città. 21 anni di sobrietà, per aver conosciuto la religiosa. "Se non avessi scelto di vivere qui, non so che cosa sarebbero state la mia storia, la mia vita, la mia esistenza.

Per la suor Ursula Munaro, delle Suore Marcelline di Cambuquira, suor Laura ha capito quanto dolore l'alcolismo porti nelle famiglie e si è assunta la missione di salvare chi soffre di dipendenza dall’alcol. Prima di morire, avrebbe detto: "Io non sono santa, ma voglio intercedere per tutti coloro che soffrono di alcolismo"

Si addolorava molto quando veniva a sapere che nelle famiglie vi era un padre alcolizzato; così ha finito per creare l'Associazione degli Alcolizzati Anonimi (AA).

suor Ursula Munaro, collaboratrice dell’opera di Suor Laura 

Grazie, suor Laura!

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.