Pellegrinaggio Suore Marcelline di Tricase con i giovani volontari dell'ospedale.

15-21 agosto 2011

La nostra avventura spirituale ha inizio il 15 agosto. Partiamo in pullmann da Tricase (Le), con sosta a Genova, in direzione di Madrid. Ci attendono due giorni di viaggio prima di arrivare alla meta.

Sulla nostra bandiera il motto di queste GMG: "Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede".

Durante il viaggio non tralasciamo la lode del Signore.

Arrivati in Spagna, siamo alloggiati in una palestra di un centro sportivo a Navalcarnero (Madrid) dove continuiamo la nostra preparazione spirituale. Ci animano due sacerdoti.

L'affollamento della metropolitana a Madrid.

Madrid. La Giornata Mondiale inizia alle 20:00 con una Messa in piazza Cibeles, presieduta dall’arcivescovo di Madrid, il cardinale Antonio Maria Rouco Vareladi; concelebrano con lui i numerosi vescovi e sacerdoti che partecipano alla GMG.

Anche noi della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca siamo presenti con la nostra bandiera che cerchiamo di personalizzare.

In attesa di accogliere Benedetto XVI. Nella foto: Sr Maria Rosaria e Sr Moira.

Un momento di allegria. Nella foto: Sr Maria Rosaria, Sr Antonella e Sr Moira con i loro giovani entusiasti.

Arrivo del Papa a piazza Cibeles. Il suo sorriso, la sua parola e e la sua benedizione ci incoraggiano ed entusiasmano.

La festa del perdono.

La tenda allestita per l'adorazione.

Veglia di preghiera. Con migliaia di giovani, incontriamo il Santo Padre nell'aerodromo di Cuatro Vientos.

La nostra sorpresa: l'incontro inaspettato della postulante brasiliana marcellina Denise. Nella foto: Sr Maria Rosaria, la postulante Denise, Sr Antonella e Sr Moira.

Con la postulante Denise i giovani brasiliani venuti con lei alle GMG.

A noi restare radicati in Cristo nella fede per portare frutti di speranza e di gioia vera.

Come scrive Andrea Tornielli:

"In un momento in cui, mai come prima, il mondo si accorge di aver bisogno di ideali, il Papa ha richiamato ancora una volta i giovani a non soffocare le loro domande e le loro inquietudini, a non ricoprire sotto una spessa coltre di cinismo e di effimero la loro esigenza di un significato del vivere. In un mondo in cui a contare sembrano essere soltanto il potere, la lussuria e il denaro, il Papa ha invitato a impegnare la propria vita per qualcosa o qualcuno che la renda davvero felice e piena di senso."

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie.