martedý 21 gennaio

vai alla fotocronacaVisita a Mons.Fidele Agbatchi, Vescovo di Parakou. Il campo dell'evangelizzazione Ŕ immenso. Il Vescovo, direttore di una scuola Privata, Ŕ molto sensibile al problema dell'educazione, soprattutto dell'educazione della donna. Ci sono giÓ Congregazioni femminili, come Le Suore di Notre Dame des Ap˘tres, che fanno scuola. Le scuole sono a pagamento. Anche la scuola statale esige una certa somma di denaro, sia pur minore. A Cotonou Ŕ iniziato un corso universitario (i primi 2 anni). 

vai alla fotocronaca Siamo poi andate a visitare il carcere di Parakou. Situazione terribile. Quando non sono in cortile, i circa 400 giovani delle carceri sono rinchiusi in quattro stanzoni dalle 17 alle 6.00 del giorno seguente. Un altro stanzone, senza finestre, accoglie di sera i bambini della strada. I carcerati dispongono di uno scarso metro quadrato. Le latrine sono all'aperto. Il Signor Balbo aveva progettato la costruzione di quattro cessi chiusi, ma questi non erano ancora terminati. Molti di tali giovani sono rinchiusi per anni per piccoli crimini come il furto di un pollo. Ci hanno chiesto di far costruire un locale per l'infermeria e, possibilmente, un altro per le donne. Forse ci sarÓ anche uno spazio per una cappellina.vai alla fotocronaca Il pomeriggio lo passiamo in Procura con sr. Sidonie e poi visitiamo la ComunitÓ di Padre Barsotti, la casa, il grande giardino, la cappella dove pregavano due bambini. Le suore italiane ci hanno fatto festa e sono state molto contente di parlare con noi. Sono molto povere, ma sono affiatate e lavorano bene insieme. Alla mattina celebrazione eucaristica dalle Suore Africane Catechiste dei Poveri. Le loro 19 postulanti hanno cantato lodi e S. Messa al suono di tamburi e di strumenti locali.

precedente

seguente